Alcuni cenni su Villa Costalta

VILLA COSTALTA è nata come casa di riposo nel 1988. Solo successivamente, nel 1994, con l'avvicendamento nella gestione della struttura, VILLA COSTALTA è diventata prima Residenza Protetta per anziani, con l'intento di mantenere sul territorio gli anziani residenti nelle comunità montana e, in seguito, Residenza Protetta, con funzioni di residenza sanitaria assistenziale di mantenimento dal 05/12/2003.

L’attività centrata sull’ospite, è orientata a soddisfare i bisogni della globalità della persona. Pertanto, oltre alle attività di tipo strettamente sanitario e riabilitativo, particolare cura viene prestata ai servizi relazionali ed alberghieri.

Per questa ragione, oltre ad identificare i responsabili delle attività sanitarie e riabilitative, viene individuato all’interno del personale di assistenza, anche il responsabile dell’ambiente, delle relazioni con gli ospiti ed i famigliari delle attività occupazionali.

Si tratta di individuare equipes di operatori ciascuno dei quali, facendosi carico particolare di un gruppo di ospiti, ne segua tutti gli aspetti relazionali, rimarcando che, proprio nei casi di cui si andrà ad occupare, la “motivazione della vita” è uno degli elementi fondamentali per il successo della terapia di riabilitazione.

Occorre infatti, nei casi in cui un acuto lasci segni invalidanti più o meno accentuati, abituarsi ad accettare l’handicap e, facendo leva sulle residue capacità, svolgere il massimo livello possibile di vita autonoma.

Deve essere quindi “rimotivato a vivere”, evitando la caduta nella depressione, nell’abbandono, nella rinuncia alla vita.

Per realizzare questo obiettivo, occorre che tutto il personale sia coinvolto, ciascuno per il proprio ambito, nell’attività sull’ospite, tenendo presente che, prima ancora di essere “persona bisognosa di cure” egli è soprattutto “una persona”, con i suoi vissuti emozionali abitudinari , con i suoi ricordi, i suoi gusti, le sue aspettative, i suoi timori, le sue speranze.

In prevalenza gli ospiti presentano una pluralità di problemi di tipo diverso, oltre che medico, che possono essere di natura psicologica, comportamentale, ambientale, sociale.

L’obbiettivo assistenziale prioritario deve essere il raggiungimento o il mantenimento del miglior livello possibile di qualità della vita.

Diventa essenziale, come metodo di lavoro, il gruppo interdisciplinare, che interagisca attraverso protocolli operativi basati sulla globalità e interdisciplinarità degli interventi e sulla “riattivazione “ dell’ospite.

Nella fase di ammissione, dopo un periodo di osservazione, viene compilata la scheda di valutazione multidimensionale e, sulla base di questa, viene elaborato il piano individualizzato di assistenza da sottoporre a periodica revisione ed aggiornamento.

La sintesi dell’ attività, oltre che essere “clinica” deve essere di “qualità della vita”.

La Mission

Villa Costalta svolge, in generale, attività sanitarie riabilitative, socio-sanitarie, assistenziali ed educative, in favore di anziani autosufficienti, parzialmente e non autosufficienti, in ottemperanza ed in coerenza alle vigenti disposizioni legislative nazionali e regionali, nonché alle linee guida ministeriali.

Villa Costalta è inserita all’interno della rete dei servizi socio assistenziali ed opera in modo sinergico con le strutture pubbliche, con l’obiettivo condiviso di porre in essere interventi di assistenza riabilitativa all’interno dei livelli uniformi di assistenza previsti dal Piano Sanitario Nazionale (PSN) e dal Piano Sanitario Regionale (PSR), adottando quale riferimento un modello di percorso integrato socio-sanitario.

La Visione

L’attivazione di un percorso integrato socio-sanitario implica un’intima connessione dei programmi di intervento sanitario, finalizzati a sviluppare tutte le risorse potenziali dell’individuo, con gli interventi sociali orientati a sviluppare e rendere disponibili le risorse e le potenzialità ambientali, consentendo l’inserimento o il reinserimento dell’anziano nei diversi cicli della vita sociale, nonché il miglioramento della sua qualità di vita e della sopravvivenza.

Particolare attenzione viene posta al “Piano Assistenziale Individuale” elaborato per ciascun soggetto, che abbraccia un processo riabilitativo globale, relativo non solo agli aspetti strettamente clinici, ma anche agli aspetti psicologici e sociali del soggetto stesso, oltre che della famiglia e di quanti sono a lui vicino.

La possibilità di raggiungere un buon livello di efficacia dell’intervento, è strettamente correlata all’elaborazione di un progetto adeguato e personalizzato, mirato su obiettivi plurimi, programmati in maniera ordinata, affinché l’autonomia raggiungibile nei diversi ambiti possa tradursi in autonomia della persona nel suo complesso e, comunque, in una migliore qualità di vita del soggetto stesso.

La politica

La Direzione Generale (DG) Villa Costalta ritiene fondamentale, al fine di assicurare continuità e successo alla propria iniziativa imprenditoriale, perseguire la soddisfazione del Cliente o Utente come condizione indispensabile per qualificare la struttura.

Villa Costalta è una Residenza Protetta con funzione di RSA ed è quindi una struttura sanitaria extraospedaliera dedicata ad anziani autosufficienti, e non autosufficienti, non assistibili a domicilio, che necessitano di trattamenti sanitari a bassa complessità. L’obiettivo primario dell’Azienda è quello di fornire un’assistenza qualificata e personalizzata, garantendo un adeguato ambiente di vita, basato su un clima sereno e familiare, ed il benessere delle persone che vi risiedono. In particolare, l’obiettivo può identificarsi nei seguenti sotto obiettivi:

  • garanzia di un'assistenza qualificata;
  • ricerca di ottimali livelli di salute;
  • mantenimento e miglioramento dov'è possibile della capacità funzionale residua dell’ospite;
  • approccio globale alla persona con interventi mirati;
  • formazione continua del personale onde sostenerne la motivazione e rivalutarne la preparazione professionale;
  • razionalizzazione della spesa.

La qualità della vita delle persone all’interno di un servizio è determinata principalmente dalla capacità dello stesso di rispondere in modo adeguato alla specifica situazione di bisogno; dal punto di vista operativo ciò significa elaborare piani di assistenza individualizzati, che, procedendo dall’analisi dei bisogni, identificano i relativi obiettivi, le conseguenti azioni assistenziali, le modalità ed i tempi in cui attuarle, nonché le risorse (umane e tecnologiche) necessarie alla loro realizzazione.

Tali piani (e gli specifici interventi previsti) devono essere periodicamente verificati e modificati al modificarsi della situazione di bisogno dell’anziano. A tal fine le modalità organizzative identificate dalla Villa Costalta per il perseguimento della propria missione comprendono le seguenti attività peculiari:

  • La centralità dell’ospite;
  • La qualità della vita e la promozione della salute;
  • Introduzione e gestione di un sistema conforme alla norma UNI EN ISO 9001:2008 in grado di mantenere l’attenzione sulla qualità del servizio e delle prestazioni anche rispetto all’analisi dei bisogni del cliente;
  • Applicazioni delle migliori pratiche cliniche, assistenziali e riabilitative in ordine alle evidenze scientifiche disponibili (EBM-EBN)
  • Utilizzo di linee guida e procedure EBM

Rispetto ai familiari degli anziani l’equipe propone sistematici strumenti di lavoro che, differenziati in base ai servizi, prevedono una loro piena integrazione e collaborazione nella gestione della struttura (colloqui individuali, riunioni del gruppo dei familiari, ricerche sulla qualità percepita, ecc.).

Share by: